Rassegna Stampa

In Confcommercio costituito il sindacato Concessionari

Nell’aggregazione e nella progettualità condivisa le più grandi imprese concessionarie di auto della provincia di Perugia vedono una risposta alle forti difficoltà del settore, derivanti dalla crisi economica generale - in gennaio sono state immatricolate 157.418 autovetture con un calo del 32,64% - e alle esigenze di riposizionamento imposte dalla new economy: da questa consapevolezza è nato all’interno della Confcommercio della provincia di Perugia il sindacato Concessionari auto, che si è formalmente costituito il 12 febbraio, nell’ambito di una assemblea che ha provveduto alla approvazione dello statuto e alla elezione dei seguenti consiglieri: Francesco Ascani, Michele Biselli, Paolo Cecconi, Francesco De Poi, Giuseppe Fiacca, Giuseppe Marchi, Enzo Montagna, Roberto Rossi. Nei prossimi giorni sarà eletto il presidente e sarà avviata una indagine conoscitiva volta a fare il punto sulla situazione del settore in ambito locale.

La mission di questo gruppo - che conta già su una vendita di imprese di notevole dimensione e con un numero di dipendenti assai rilevante - è in primo luogo quella di presentarsi in modo organico nei confronti degli organi istituzionali, ai fini di tutelare gli interessi della categoria. Tra gli obiettivi principali c’è anche la creazione di opportunità e progetti di sviluppo, basati sul concetto di rete d’impresa e sull’integrazione di esperienze e servizi: in questo ambito rientrano ad esempio le ipotesi di creare un numero verde-call center comune per la gestione dell’usato e di un portale internet comune con link ai vari concessionari. Grande attenzione infine alla formazione, sia per la preparazione di figure professionali qualificate, sia per la riqualificazione e l'aggiornamento di imprenditori e dipendenti.

Perugia 13 febbraio 2009